L’ecommerce vola, tu ci investi?

 In Web

Alzi la mano chi non fa almeno un acquisto online. I dati diffusi dall’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano si può affermare che se facessimo questa prova in una sala con tante persone, le mani alzate sarebbero pochissime. Infatti, si stimano in quasi 24 milioni gli italiani che effettuano acquisti online, popolazione che ha portato ad un aumento delle vendite online del 16% nel solo 2018.
Sono dati che inducono un’importante riflessione sugli investimenti delle imprese e di come dovrebbero sviluppare canali di vendita online, sia verso i consumatori (B2c) sia verso altre organizzazioni (B2b).

I dati dell’Italia

L’ecommerce in Italia continua a crescere, anche più di quanto si era ottimisticamente stimato: l’impressione è che il nostro Paese stia recuperando velocemente il divario in termini di infrastrutture con il resto d’Europa.
Il valore complessivo degli acquisti online supera nel 2018 i 27,4 miliardi di euro, +16% come detto prima, e la crescita del mercato in valore assoluto, di 3,8 miliardi di euro, è la più alta mai registrata prima.
La vendita di prodotti cresce del 25% e raggiunge il 56% delle vendite totali online, raggiungendo i 15 miliardi, grazie principalmente ai risultati di informatica ed elettronica (4,6 miliardi, +18%), abbigliamento (2,9 miliardi, +20%), arredamento (1,4 miliardi, +53%) e cibo (1,1 miliardi +34%).
I servizi valgono 12 miliardi (+6%) e il turismo con 9,8 miliardi (+6%) si conferma il primo comparto.
Il dato più rilevante è la crescita degli acquisti da smartphone, con un incremento del 40% per un totale di 8,4 miliardi di euro (31% dell’e-commerce totale): significa che oltre un terzo complessivo egli acquisti online è generato da mobile.

Il mercato mondiale

Per l’e-commerce a livello mondiale si stima un valore complessivo ormai superiore ai 2.500 miliardi di euro e la Cina, con una crescita del 19% e un valore di mille miliardi di Euro, è il leader assoluto a livello globale. Gli Stati Uniti seguono a ruota con un valore di 620 miliardi di Euro, una crescita del 12% in un anno.

Poi c’è l’Europa con un valore di poco superiore ai 600 miliardi di euro, con una crescita del 12% e un tasso di penetrazione del 10%.

Recommended Posts